Diario dalla terra sicula #2

Cari amici liquesi rieccomi qui.
La settimana di ferragosto è stata impegnativa, per il ritorno a casa dalle ferie balneari dei nipoti INI e ONE.
Finita la pacchia-pace!
“Ziaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!”
“Ziooooooooooooooooooooo!”

Così, tra gelati, giostre e spiaggia, le giornate sono state senza un attimo di respiro.
In compagnia dei due più piccoli e con la completa latitanza del famoso nipotONE.
Come previsto e giusto, il quasi diciottenne, preferiva la compagnia dei suoi coetanei  e  scorribande notturne, falò di ferragosto, pomeriggi  al mare…
Ma la mia goduria era sbrandarlo dopo le notti brave, per ricordargli che aveva promesso allo zio Orso di dargli una mano in qualche faccenda pesante.
Dopo ripetute cuscinate e minacce di “smutandamento”, al grido: “sta arrivando lo Zio” del fratello più piccolo complice della perfida Zia, si alzava ed in una specie di trance e ad occhi ancora chiusi, metteva in azione tutta la sua giovane energia per la missione da compiere, salvo poi, farsi una doccia e tornare in letargo fino all’ora di pranzo.

Il NipotONE è andato in ferie con la famiglia, ma già dopo pochi giorni, smaniava per tornarsene a casa dai suoi amici (Amici o …FIMMINE? Secondo me, FIMMINE!)
Per ammazzare la noia s’era portato la mountain bike e macinava chilometri su chilometri, fino ad arrampicarsi per ben due volte in cima a Tindari (la salita è davvero ardua, soprattutto sotto il sole)
Alla mia domanda:
“E. hai iniziato a fumare?”

(Anche se il mio naso infallibile mi diceva di no…)
Rispondeva:
“Zia se fumassi, secondo Te, riuscirei ad arrivare a Tindari in sella alla bici?”
Logica schiacciante…
Spero che l’animo sportivo di Karateka, lo preservi dal fare cavolate tipiche dell’età…
Dimenticavo…
da Tindari mi ha portato un magnete!
Il mio nipotONE mi ha portato il primo souvenir della storia!
MITICO!
Zompavo di gioia…e anche se l’oggetto, a forma di stella marina blu in resina, è indiscutibilmente ORRIBILE… non glielo dirò MAI!
♥ AMMMMORE DI ZIA SUA! ♥
E mi ha anche recapitato A MANO una cartolina!

Volete vedere che mi ha scritto?

PROFONDO EH?
Vabbe’ che quest’anno non ha preso alcun debito scolastico, ma pretendere ADDIRITTURA uno sforzo cerebrale in vacanza e dopo l’ascesa in bici…
SAREBBE DAVVERO TROPPO!
😉

Orticaria…

Sapete quel fastidio, che non è malattia, che si sopravvive insomma, però ti fa esclamare, usando un francesismo:
“E CHE PALLE!”

Ecco…
I soliti consigli anti-caldo
quelli  anti truffe da saldi,
le repliche tv,
le notizie dei vip  in vacanza
i luoghi comuni estivi
le irritanti chiacchiere (per tono della voce e contenuto) dall’ombrellone accanto,
i marciapiedi roventi
l’auto infuocata
le zanzare assassine
l’insetto che mi sta sgranocchiando il basilico
l’incivile che non fa la differenziata e butta il sacchetto accanto al contenitore del vetro
il parcheggio selvaggio delle Smart
quello criminale in zona pedonale delle minicar (“ve sgarerei  le gomme” 👿 )
i rincari d’agosto
quelli dei gelati sui tabelloni nei bar al mare
il tempo che manca per gironzolare e commentare i blog degli amici con costanza
….e mille altri “pruriti”…
C’è una cosa che non riesco a placare neppure con una doccia gelata o un tuffo nel talco mentolato:
CHI VA IN VACANZA ED HA PURE L’INDELICATEZZA DI LAMENTARSI!
“Sai caVa vado a FoVmenteVa, machepalle, sempVe la solita gente!”
“Oddio, quest’anno proprio non mi andava di andare al mare, ma lo faccio per i piccoli…”
“Ma che ti devo dire, a casa mia ci sto così bene! Pace, relax, poi Roma è splendida in Agosto, che proprio non mi va di andarmi a fare questo mesetto in Sardegna!”
“Parigi? Che palle! Ci vado solo perché ormai Lui ha prenotato! Io me ne sarei andata al mare a Civitavecchia”
E via cantando…

Ecco, signori miei, se qualcuno di quelli che passano da qui, ha intenzione di lamentarsi  su queste pagine per la”disgrazia” di andare in vacanza, qualunque essa sia, pure un we a Ladispoli di cui sopra…
SI VERGOGNI… e non c’è bisogno di spiegare il perché.
Sappia che il mio “anatema-pro-squaraus”  lo inseguirà in qualsiasi località amena.
Una vacanza è sempre una vacanza:  il fatto di “cambiare aria” è già salutare.
Perciò, almeno un po’ di decenza per evitare la “lagna” sarebbe auspicabile!

Buon Agosto a Tutti.
😈

immagine presa in rete