“The world is so small and life so beautifull…

gimme five

Tempi moderni, tecnologie per comunicare.
Il mercato del Rastro a Madrid*,
una domenica mattina di un’estate fa.
Scatto una foto col naso all’insù
un ragazzo ed una ragazza nell’attimo di un “gimme five” alla finestra di un palazzo oggetto di un’iniziativa fotografica.
Posto la foto su Flickr.
passano sei mesi,
mi arriva una mail..
“Sono J, quella della foto…”
(piccolo il mondo)
mi farà storie per averla fotografata, penso…
invece mi chiede se posso mandarle lo scatto,
le è piaciuto tanto, sarebbe un bel regalo, scrive.
Mi accerto sia lei, ci scriviamo…
le mando la foto.
Mi dice che sarà il regalo per il suo ragazzo per San Valentino…
Bellissima idea!
“se torni a Madrid, sentiamoci”,
“Se vieni a Roma fallo anche tu!”
“The world is so small and life so beautifull:)”
mi scrive
“It’ s true! :-)”
Le rispondo.
Ecco lo spirito.
Buon San Valentino  a Tutti.
Kali

*
Gli abitanti del RASTRO a Madrid (luogo di un famoso e colorato mercato domenicale) vengono detti MANOLAS e MANOLOS. A loro ed alla loro allegra eterogeneità è stata dedicata questa originale mostra: su un edificio di Plaza de Cascorro i loro visi in maxi fotografie.

Annunci

Retro copertina…

Retro copertina su Madrid.

*HIC!*

Riprendo il racconto.
Una panoramica per iniziare.
L’assemblo pescando dagli scatti che ho in testa e che sfoglio mentalmente.
Gli appunti sul promemoria del cell, presi nei momenti più strani.
Spero possano farvi viaggiare per un attimo o offrirvi qualche spunto per un eventuale weekend o una vacanza.
Madrid non è economica come negli anni 80, si spende più o meno come da noi, forse qualcosa in meno…a patto di non comprare acqua minerale se non nei super!
Si riesce a mangiare spendendo e il giusto, se si accetta di spostarsi in metro (efficientissima e pulitissima) senza voler per forza alloggiare in centro, a dormire in ottimi hotel.
Il volo,come sempre, low cost.
Madrid è una città diversa da quella dei racconti anni 80.
La movida, che qui nasceva proprio in quegli anni, come reazione liberatoria all’oppressione franchista, è molto ridimensionata. La siesta raccontata nei film, non esiste più.
Madrid è una città contemporanea sia nei problemi che nelle aspirazioni.
Storia e cultura, folclore e cibo, arte e protesta, verde e grattacieli, architetture antiche e contemporanee e tanto ancora, compresi i dintorni come Toledo, la città medievale famosa per le lame…
Ma un po’ per volta vi racconterò tutto, grazie alle immagini e ai temi che selezionerò per mettere un po’ d’ordine nei ricordi.
Madrid un po’ meno “friendly” di Barcellona che risulta più avvolgente, cordiale e dove ti parlano uno spagnolo molto più comprensibile , ma sempre Spagnolo “tanto ci capiamo” ti dicono ed è vero!
Ma Barcellona è Catalogna e lo spagnolo è catalano: praticamente una nazione a parte.
Madrid è una grande (ma non grandissima) città,
è capitale che rivendica la sua importanza proprio sulla più turistica Barcellona,
è Europa, è centro della Spagna, come indica la placca a Plaza del Sol…

(foto fatta di notte e senza flash…)

sarebbe come paragonare Roma e Ferrara: bellissime ma diverse…
e Madrid è bellissima.
(segue)

Il sole…anche di notte!