Gaufre

Andy Warhol lèvete!😂

Non puoi evitarla.
Ti segue anche in albergo, dove puoi prepararla da te a colazione (almeno nell’albergo dove sono stata io, con colazione era stratosferica)

Non è quel biscotto secco  coi buchi a reticolo che, da noi, si vede nei furgoni dei gelati, è una sorta di pancake, morbido e cotto al momento con l’apposita ferratella. Costa un euro solo la gaufre base di misura standard, all’incirca quadrata, poi c’è quella  XL chiamata “Bruxellese” che è il doppio, comunque il costo finale varia in base alla farcitura. Quella in foto è standard, farcita con banana, panna e Nutella (che di solito, evito a favore della Novi, Rigoni, Nellina dei Cimini). Costo €5.50, praticamente un pasto, per me, difficile da finire. Ne ho mangiata solo un’altra, durante il viaggio, ricoperta di sola Nutella e divisa con G. Posso dire? A me, la gaufre in se, con quella sua consistenza morbidosa ed appiccicaticcia, non fa impazzire. Mi ricorda un po’ i pancake, che non amo particolarmente. Preferisco le chichis (altrove: churros) bretoni, fritte all’istante, servite nei coni di carta coperte di zucchero. Pure le crêpes dolci non mi fanno impazzire: preferisco le galettes salate.

Comunque, dividere una gaufre, seduti sul bordo di uno dei canali di Gand o Brügge, con gli edifici dai frontoni smerlati che ci si riflettono, nelle luci della sera…è decisamente romantico. 😍
*Disclaimer per chi sta già ghignando al pensiero di come mi torturerà al rientro in palestra:*
La gaufre in foto è stata mangiata dopo aver percorso 18km a piedi…

#gaufre #nutella #delizie Bruxelles #Brussel #Belgio #estate2017 #summer2017 #ontheroad 

Gaufre taglia normale

Annunci

“Bufferezze”

Ossia buffe-stranezze

Manneken Pis

Cose buffe da vedere a Bruxelles: Manneken-Pis, ossia “il ragazzetto che fa la pipì”. Trattasi di statuetta alta circa 50 cm, posizionata in alto, dietro una cancellata: una fontanella inaccessibile…per fortuna, aggiungerei! Uno dei simboli della città, insieme all’Atomium che, almeno…non la fa in pubblico!😉

Pare che, il giovane, sia dotato di un guardaroba che neppure la Ferragni e che venga abbigliato, secondo le occasioni. Insomma, un bambolotto più famoso di Cicciobello, ma non ditelo ai belgi 😂.
Trovarlo non è semplice, viste le poche indicazioni, ma credo si tratti di una strategia: durante la ricerca si visita la città, si assaporano gouffre e praline, si fa shopping…
Il pupo ” tiene famiglia”: effetti della birra belga?

Manneken-Pis, Jeanneke Pis, Zinneke Pis

Ecco tutta la famiglia di…incontinenti!😂
Dopo il Manneken, che troverete riprodotto ovunque, in un trionfo del cattivo gusto che nemmeno certi souvenir degli anni ’70-80, dalle magliette ai portachiavi, passando per i…cavatappi (non chiedetemi dettagli, please), ecco il resto della famiglia.
La ragazzetta (Jeanneke) è ancora più piccola. Una trentina di centimetri di statuetta, in una nicchia con cancellata sul muro di un vicoletto.
La foto frontale, non ve la posto per decenza: se il maschietto fa sorridere, la femminuccia…beh, avrei evitato, o aggiunto una gonnella, vabbe’ sarò vecchia io, ma m’è sembrata un’inutile esposizione, seppur di una statuetta. Inoltre, è uso tirare monete nella piccola vaschetta ai piedi della bambina come portafortuna…vabbe’ non aggiungo altro.

Il migliore è il cane (Zinneke).
A differenza degli umani, simula il gesto. Non è una fontana, ma una semplice scultura, in un quartiere un po’ fuori dalle rotte turistiche. Bisogna andarci apposta ed il peloso, l’ho trovato più carino degli altri due.

Zinneke pis

#Manneken-Pis
#Jeanneke Pis
#Zinneke Pis
#Brussels #belgium #Bruxelles #Brussels #Belgio #belgium #Estate2017 #ontheroad