Torno per raccontare…

Venerdì ero a cena con amici di vecchia data, con i quai ci si è persi e ritrovati molto tempo dopo. Si parlava di comunicazione, social ed incontri che, da virtuali, diventano reali. Ho raccontato di essere una vecchia blogger…undici anni fa ho aperto questo spazio. Sono stati anni intensi di parole scritte. Poi il tempo sempre più scarso. FB che è più veloce ed agile, smart insomma, instagram più rapido di flickr…e tutto è cambiato. Qui passo poco e scrivo nulla,  non ce la faccio a seguire gli scritti altrui, ma in generale, a leggere testi di troppe righe: c’è sempre altro fa fare, un luogo dove correre, una telefonata a cui rispondere, una mail da inviare.
“Ho un blog di viaggio che racconta
di 15 giorni in Irlanda, un blog personale che parla di viaggi, architettura per tutti, emozioni, un photoblog su instagram..”

ed ho fatto fatica a ricordare il nome di questo blog.
Ho spiegato le dinamiche, gli incontri e gli addii, mentre pensavo fosse stata una bella esperienza che, però, appartiene al passato. Un libro su uno scaffale, da riaprire ogni tanto.

Voglio riaprire queste pagine raccontando all’ultimo viaggio on the road, in Belgio e nel nord della Francia.
Perchè altri ce ne sono stati, ma ormai, è passato troppo tempi per raccontarli.
Un viaggio per guardare, capire, emozionarsi e lasciarsi affascinare anche dalla pioggia improvvisa, dai 17 gradi  contro i 40 di Roma, dai sapori decisi, le birre, i caffè lunghi, ma curati, le giornate lunghissime  ed i quasi 100 km percorsi a piedi. E il mare del nord, la Gran Bretagna di fronte, le biciclette ed i gabbiani. Un racconto per immagini che inizia al ritorno, quando si mettono a posto scatti e pensieri, perchè gli attimi vanno vissuti senza la distrazione della condivisione istantanea. Buon Viaggio a chi vorrà, piano piano, qualche immagine per volta.

giardino del museo “La Piscine” di Roubaix, Belgio

“Come in un quadro di Hopper” Audinghen Francia

Faro ad Oostende Belgio

Annunci

Il 2013 di questo blog…

Se siete interessati alle statistiche, qui ci sono quelle annuali del blog, che WP fa per noi. In realtà, pare,se ne occupino delle “scimmie” quindi…mah!
Comunque, Felice 2014, di blog e di altro…meglio “di altro” 😉

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

A San Francisco cable car holds 60 people. This blog was viewed about 2,300 times in 2013. If it were a cable car, it would take about 38 trips to carry that many people.

Click here to see the complete report.

Sintesi e…analisi.

Cucù. Con l’avvicinarsi del vecchio  panzone torno pure io. Il tempo è sempre limitato ed il blog poco “smart”. Vuoi mettere con fb, instagram…a condividere è un attimo. Insomma, perfetto per limitare le banalità o, almeno, per vederle scorrere rapidamente sulla propria pagina, alcune fagocitate dagli eventi della giornata. Insomma, lo smartphone, nel mio caso, invece di agevolare l’aggiornamento del blog, ne sta favorendo l’oblio.

Fa eccezione l’architettura ed il restauro, forse più adatte al blog, ad una trattazione più ampia…
Poi ci sarebbero le avventure del NipotONE universitario, ma col fatto che ogni due settimane sta qui, si accavallano pure quelle ed è più rapido postarne le “chicche” su fb.
Ma c’è un evento che non può essere oggetto di sintesi, o di  “smartizzazione”, riduzione ad un link o ad una emoticon: sono i 25 ANNI passati con l’Orso del mio Cuore. Da quando, insomma, Lui ha deciso di venirmi a trovare e tutto è iniziato.
Eravamo giovanissimi e sembra ieri. Come in un filmato accelerato rivedo tutto: dolori e gioie, delusioni e successi, partenze e arrivi, lutti e nascite, brutte amicizie perse per strada e bellissimi incontri che resistono, nuovi orizzonti e magnifiche emozioni. Tutto corre veloce e rallenta sull’oggi, sul “nonostante tutto” sul “alla faccia di”. Perché niente è eterno, lo so, ma venticinque anni sono più della metà della mia vita e…spero c’è ne siano tanti altri insieme. GRAZIE ORSO!

wpid-IMG_20131217_140141.jpg

Un saluto  tutti.
Kali

image

Since 2006…

Cerco un libro..

Cerco un libro che parli di luoghi lontani, fatti di boschi e pianure, di alberi e acqua, di orizzonti, insomma un libro di viaggio capace di far immaginare posti stupendi nei quali sognare di fare un viaggio…prima o poi.

Pensavo a qualcosa sul Canada, L’Alaska, o il Nord Europa.
Avete un consiglio?
————————————————————————————————————————————————————————————

Iniziava così questo viaggio,
sette anni fa.
Continua, a fatica, ma continua.
Non mi va di fare bilanci,
ne di ripetere cose che, forse, avrò già scritto in occasione di questa ricorrenza.
Non so perché quest’anno me la sia ricordata…
Addirittura avevo fatto un promemoria.
Speriamo non sia un brutto segno: stanotte ho sognato (o meglio, ho avuto un incubo) di avere ancora solo un mese di vita…
Magari comincio a salutare.
…o a fare scongiuri.
Sarà che in queste ultime due settimane sono andata in piscina tutti i giorni…magari il cloro ha effetti collaterali: mi si è candeggiato il cervello e il subconscio!
Bando ai pensieri lugubri.
Auguri Blog!
Sei in seconda elementare!

20130309_160526

Che la Primavera sia con Voi!
Kali