Ultima campanella…

image

Ultimo giorno di scuola. Tema di una prof in prestito.
Sentirsi così, come quando stava per finire l’estate, si lasciava il campeggio, il sole, gli amici, le risate, la musica dei primi “videoclip” di videomusic.
Sono stati giorni intensi, impegnativi e con qualche tensione. Penso di aver imparato più di quanto sia riuscita ad insegnare, ma spero che qualcuno “la” Guernica se la ricordi anche quando,  universitario, farà il suo primo viaggio a Madrid, magari per l’ Erasmus. Chissà che, trovandosi al Reina Sofia davanti a quella tela enorme e tristissima, piena di quella denuncia politica e culturale (che non ho potuto sottolineare abbastanza, data la giovane età degli allievi), non si ricordi di questi giorni e di quell’insegnante che non l’ha strozzato quando, forse per l’emozione, ha detto che era stata dipinta nel 1973, invece che nel ’37. Chissà se, quell’allieva riuscirà a percorrere la sua strada senza chiedere sconti, rispettando le regole, le persone e scendendo da quel piedistallo di bugie e altezzosità dal quale guarda il mondo. Chissà se tutti quei ragazzi riusciranno a superare le loro difficoltà, ora che non avranno più il supporto di S. insegnante piena di talento passione e sensibilità. Chissà se tutti brilleranno in Italiano, viste le basi sicure che gli ha fornito M.
Io ho imparato che esistono ragazzi con problemi enormi che neppure conoscevo. Insegnanti appassionati e capaci, altri un po’ meno. Che il lavoro dell’insegnante è sottovalutato, e pieno di responsabilità, soprattutto verso quegli adolescenti che non sanno, quanto siano importanti e formativi questi anni. Io mi ritrovo qui, un po’ triste per l’avventura appena conclusa, ma felice di aver incontrato delle persone davvero speciali, pronte a dare un consiglio, un’informazione, una dritta o, che è la cosa più importante, un po’ di indispensabile appoggio e solidarietà.
Il mio ruolo di prof in prestito è finito, ma spero solo per ora. Tornerò ad occuparmi a tempo pieno dei miei progetti (oddio! C’è una ristrutturazione che langue da troppo tempo!), al cad, ai cantieri, ai materiali e agli arredamenti. Anche a questo blog, che ho trascurato per mancanza di tempo, lasciando post abbozzati, foto pronte e racconti che, nel frattempo, sono diventati obsoleti.
Sta suonando la campanella: buona estate a tutti.
Kali