Rays of light…

image

Raggi di luce in una foto senza post produzione.
Niente filtri, insomma, o ritocchi.
Raggi di luce di un tramonto d’estate,
di quelli belli da ricordare
per scaldare le giornate d’inverno.
Talmente belli da essere quasi stucchevoli, da cartolina o da pubblicità.
Da ritagliare ed incollate sul diario, quando ancora era fatto di fogli e sospiri.
Romantico e umido di salsedine per la sera che sta scendendo.
Cantato dai gridi dei gabbiani,
e dai cantautori degli anni 70.
A chiudere ombrelloni colorati
e una giornata che ne lascia sperarne un’altra,
anche se oggi l’aria sa di terra bagnata e il cielo fa prove d’autunno.
Ancora agosto,
almeno per un altro po’.

Un saluto.
Kali

(foto scattata a Marina di Cerveteri con lo smartphone)

Annunci

Passi e pensieri d’estate…

E capita così, di fare una passeggiata in riva al mare. Due km e mezzo all’andata e altrettanti al ritorno. Lo so, perché runkeeper si inventa traguardi che io non ho mai stabilito: come deluderlo? Allora porto con me l’aggeggio e, oltre a camminare posso cogliere immagini, ma non sempre…
Un papà a spasso con la bimba di 10 anni…papà 2013 tatuatissimo bermuda-costume, iphon con un solo auricolare per rispondere alle domande della piccola. (La foto la dovete immaginare, perché le persone da vicino non le fotografo).
Spiagge libere colorate e neppure troppo affollate: ho cambiato zona quest’anno

image

e qui è molto meglio, meno antropizzato, meno folla, spiagge libere più grandi, più parcheggio, soprattutto gratis, stabilimenti meno ghettizzati e ghettizzanti…Famiglie e giovani con bonghi e chitarre, che raccolgono la loro spazzatura (tutta) salvano il bimbo che si stava bruciando i piedi sulla sabbia e smettono di cantare dopo pranzo per il pennichella time.

image

Ambulanti di vestiario, accessori, bikini, ciabatte, pareo colorati, il pannocchiaro, il grattacheccaro,

image

il coccaro (!)…Avanti e indietro sotto il sole bollente, mai invadenti, ogni tanto si fermano insieme per due chiacchiere all’ombra, qualcuno di addormenta per qualche minuto

image

e quando il “negozio sulle ruote” si ribalta, in più di uno accorrono in aiuto e le signore raccolgono la merce dispersa. Chissà, magari nella spiaggia libera, aiutarsi è più naturale…Poi ci sono i coatti di sempre, i personaggi in stile film anni 60 con Aldo Fabrizi e Ave Ninchi, gli aquiloni che disegnano il cielo, i Kiters, ossia i surfisti new generation: noi negli anni ’90 avevano il vento nelle mani, loro anche, ma le loro vele gareggiano tra i gabbiani.

image

Poi finisce la giornata gli ambulanti vanno via

image

noi arriviamo fino a Torre Flavia

image

e tornando un tuffo nella memoria al tempo in cui l’estate era questa qui…

image

Buona estate a tutti.
Kali