“U MARI NUN SI SPIRTUSA”!

Prima questo blog si chiamava:

<“IL MARE SORRIDE LONTANO, denti di spuma labbra di cielo.”  G.Lorca”>

Questa frase, della “ballata del mare” m’è rimasta nel cuore dai tempi del liceo e da allora la trascrivo di diario in diario, di agenda in agenda, sul messaggio di benvenuto del cellulare…
Il libro non era di quelli imposti dal programma scolastico, ma una scoperta frutto della curiosità di allora.
Il mare è sempre stato uno dei posti magici della mia vita, anche se dovendo scegliere tra “lui” e le vette alpine, risponderei “entrambi” e non si tratta di indecisione, ma di emozioni diverse.
Il mare è nei ricordi di bambina, nelle immersioni con Papà, nelle trasferte quotidiane a S.Severa, in quelle ad Alghero dell’età adulta e in quelle Siciliane.
Il mare da rispettare e temere.
Il mare di: “stasera a letto presto, perché domani c’è l’immersione e non si scherza”
Del windsurf degli anni ’80, dei tramonti di Capo Caccia, di quelli Bretoni e di quelli che “non ci sono” a Capo Nord.
Il mare risorsa e rifugio.
Calma e tempesta.

Adesso vogliono “SPIRTUSARE” il mare siciliano a caccia di petrolio.
Vogliamo forse rischiare un altro disastro in stile Golfo del Messico?
Con Greenpeace contro le trivellazioni nel mare di Sicilia:
“U MARI NUN SI SPIRTUSA”!
Ficarra & Picone hanno aiutato Greenpeace con questo video molto divertente:

Guardatelo anche Voi!

Annunci

11 thoughts on ““U MARI NUN SI SPIRTUSA”!

  1. A volte mi chiedo come mai la natura si scatena così ferocemente, poi, riflettendo, osservo tutte le nefandezze perpetrate dall’uomo e..mi addolora pensare che siamo talmente idioti da non rispettare nemmeno i luoghi che ci ospitano e ci sostengono..Spero che non vada in porto il progetto siculo, e lo spero anche per noii, in Abruzzo, stanno pensando di trivellare il mare per gas e petrolio, incuranti del fatto che, il turismo è la vera risorsa qui.

    • Per i soldi se ne infischiano di tutto. Per fortuna già 19 comuni (mi pare) hanno firmato la petizione. Spero che non “SPIRTUSINO” in Sicilia ne in Abruzzo: l’inquinamento da petrolio nei nostri mari, così interni (ma nel mare in generale) sarebbe una catastrofe!

  2. Tanto poi quando succedono i disastri chi ci va di mezzo oltre all’ambiente siamo noi cittadini !!
    Non si rispetta più niente ,ma quelli che io impiccherei per le palle sono i farabutti politicanti che gli firmano i permessi per trivellare dappertutto!

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...