3 luglio 2012: un compleanno di duro lavoro!

La giornata è cominciata con l’arrivo a domicilio dei partecipanti alla baldoria e dei loro regali, tra cui un cavalletto professionale (con tanto di sacca per il trasporto e bolle per la messa in piano) per la mia Canon e l’agognato 55-250 mm: adesso, come dice sempre mia sorella, potrò fotografare anche il “fondocoda” delle coccinelle a metri e metri di distanza! C’era anche un trolley cabin size da urlo (il mio è collassato nell’ultimo volo) tanto per incrementare i buoni auspici di viaggi ed altre cose.
Poi siamo partiti in direzione IKEA (che era di strada) per riportare dei carrelli che non andavano bene allo scopo prefissato… ” Visto che è quasi mezzogiorno, perché non mangiare qualcosa qui? IO ADOOOOOOOOOORO IL SALMONE MARINATO! Bello fresco, *slurp*.”
Bla, bla, bla, *driiiiiiiin* “Pronto, grazie per gli auguri!”  bip, bip! “WOW! Un messaggio!” Bla, bla, bla!
Poi, belli rifocillati si parte per…
MAGICLAND!
L’idea è venuta a mia sorella: quest’anno era indispensabile fare qualcosa che impedisse di pensare…e così è stato.
Il parco ha aperto lo scorso anno, dovrà sicuramente crescere, (ancora non è al livello dei parchi dalla tradizione consolidata) ma il divertimento è già assicurato.
Complice la giornata feriale, non c’erano code.
Complici le attrazioni “bagnate” non s’è sofferto il caldo.
“Bagnate” è un eufemismo, perché, già dopo il primo giro sullo Yucatan, non c’era un centimetro di noi rimasto asciutto!
“SPLASH!”
Un compleanno diverso trascorso tornando  bambini e divertendosi (forse) più di loro! Tra l’altro: mai fidarsi di un dodicenne che dice: “non fa paura per niente: io l’ho già fatto 13 volte!”  Infatti i ragazzini non fanno testo perché non si spaventano per nulla!
(Se ci tornerò eviterò solo in Cagliostro: montagne russe al buio con un cattivo odore di officina meccanica e senso di fastidio generato dalla mancanza di luce e riferimenti)
Per il resto rifarei tutto: compresi i due giri nelle tazze rotanti!
Siamo andati via ad orario di chiusura (23!) quando le luci ormai erano accese e il parco aveva assunto un aspetto davvero magico.

La sfilata di Gattobaleno è stata emozionante, anche se di piccole dimensioni ed i personaggi sorridevano e salutavano ancora con entusiasmo.
Il ciao-ciao, della zampona del micio mascotte ha chiuso una giornata davvero speciale e,  a tutti coloro che mi hanno augurato una giornata serena, volevo dire che, si, lo è stata davvero!
Quindi, grazie ancora per gli auguri!
Kali 

 

Immagine

“ITALIA 1!” Quando si dice: “demenza senile”…

Perché dopo l’accelerazione pazzesca in salita…iniziava una discesa mozzafiato, i giri della morte, i “torciglioni aggroviglia budella”…AIUTOOOOOOOOOOO!!!!!

26 thoughts on “3 luglio 2012: un compleanno di duro lavoro!

  1. acci che idea sconvolgente… che aria dignitosa hai mantenuto….come hai fatto???????
    però…pure la linguaccia ci ha fatto l’orso rosso…e …saluta tanto la signora che ci saluta con “Italia 1” 🙂
    sono contenta che la giornata sia stata speciale!

    • Aria dignitosa? Stavo morendo di paVura e l’accelerazione mi spiaccicava contro il sedile. Mi sa che l’espressione facciale era frutto di mummificazione!
      La linguaccia l’ha pianificata ed ha coinvolto anche…la signora alla sua sx! (che roba!)
      Appena incontrerò la “signora Italia1” le porgerò i Tuoi saluti!
      😉
      Giornata davvero speciale, perché non c’è stato il tempo di pensare.
      🙂

  2. stavolta sono io ad arrivare in ritardo! ieri sera ‘sta puzzola di piccì mi ha piantata in asso 😦 ormai è vecchio e obsoleto e dovrò decidermi a cambiarlo! bei regali e belle foto! hai fatto bene a dedicarti una giornata così ” birichina “. come dite voi da quelle parti ” quanno ce vo’, ce vo’!! 😀 auguri di cuore cara, un abbraccio fortissimo!

  3. evvaiiiiiiiiiiiii!! brava, bellissimo compleanno … così, si fa!!
    PS: l’anno prossimo, visto che passate (più o meno) davanti a casa nostra per andare … fateci un fischio … soffrendo di vertigini non farò nessuna delle cose che potrebbero farmi “rinturcinare le budella” (aggovigliare l’intestino) … ma potrò scattare le foto mentre mi divertirò come una pazza a vedervi in posa stile ‘urlo di munch’!! 😉
    ancora tanti baci!!

    • Possiamo anche non aspettare l’anno prossimo! ANDIAMOOOOOOOOOOOO! Ci sono anche attrazioni senza vertigini (anche se un po’ di sano “attorciglia budella” è meglio!) e spettacoli! DAIIII! Organizziamo!
      🙂

  4. Posso esprimere liberamente la prima cosa che ho pensato leggendo la cronaca delle attrazioni che hai sperimentato? Ebbene: mi sono cacata addosso. Per farmi salire su questo tipo di giostre devo essere anestetizzata o perlomeno avere in corpo una percentuale di alcol che mi faccia oltrepassare la soglia di razionalità che mi tiene distante da qualsiasi cosa abbia a che fare con accelerazioni, capovolgimenti, ecc.
    A me la velocità piace in auto e moto se sono io ad avere il controllo, adoro il momento del decollo e dunque volare su di un comodo aeroplano, ma tutto il resto m’inquieta.
    Dunque oltre ad ammirare il tuo coraggio mi complimento per la bellissima idea di questo festeggiamento, mi hai aperto un mondo, ignoravo pure l’esistenza del Gattobaleno 😀
    Un abbraccio ancora e di nuovo tanti auguri dalla più svaporata del web :*

    • Anch’io non amo le emozioni forti, ma DOVEVO PROVARE e mi sono buttata. Ho solo evitato un’attrazione che ti sparava in cima ad una torre alta, credo, 50 mt, e poi ti lanciava a terra: hanno detto non fosse niente di che…ma ho evitato! 😉

  5. Scusa il vergognoso ritardo con cui ti faccio gli auguri! Mi dimentico sempre che i post dei blog privati non appaiono nel reader!
    Io non potrei mai salire su uno di quegli aggeggi pena un coccolone mortale ,soffro già di vertigini quando tolgo le tende per lavarle ,pensa se potrei mai fare un giro in quelle macchinette infernali!
    Ma ammiro molto chi ci riesce e non è fifona come me!
    Un affettuoso saluto
    liù

    • Ciao liù!
      Non preoccuparti per il ritardo: gli auguri fanno sempre piacere!
      Il mio blog non è più privato dal post “levità”, quindi gli aggiornamenti dovrebbero arrivarti cliccando sul pulsante follow in alto sopra al titolo o sotto i singoli post, sempre che wp non dia di matto!
      😉
      Comunque, dal Gattobaleno, oltre alle “macchinette infernali” ci sono attrazioni senza vertigini. Inoltre, come dice Jovanotti (ispirandosi, a modo suo a Kundera) “La vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare”! E allora, pur di provare a volare, o almeno, a lasciar volare la testa per qualche istante…
      Ti assicuro che…FUNZIONA!
      🙂

    • Come “neanche morta”?!?!? Una Gatta che visita templi infestati da topi (beh, qui ci sta col nick name…), dorme in tenda, tra gli animali feroci, sviene in giro per il mondo…e poi non vuole, dico NON VUOLE, andare a trovare il GATTOBALENO suo, lontano parente peloso? (Peloso sintetico, anzi, peloso ECOLOGICO) Non si fa, no, no, non si fa! (Ci andiamo insieme? DAIIIIIII! Organizziamo il mio famoso TORPEDONE!) 😀

  6. Ciao Kali, piacere mio!!… grazie del passaggio da noi, è stato molto gradito :-D. Qui ti lascio i miei auguri e ronf dalle micie… molto simpatico il tuo racconto e forte la tua giornata, brava! ti seguirò! a prestooo buona giornata 2+8zampe

  7. se fossimo al grande fratello potrei dirti: ‘sei stata nominata’ … se vai al mio ultimo post, c’è un premio per te!
    PS: copio e incollo questo commento anche agli altri premiati!

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...