ricordi in ordine sparso…

 

Complice un blog che sta risorgendo dalle ceneri come l’araba fenice,
(alla faccia di chi lo aveva cancellato, pensando così eliminare ogni traccia),
complice lo stato d’animo un po’ così,
la volontà in "stand by",
i pensieri "in giostra" come le balle del post precedente…
ho fatto un tuffo tra testi ed immagini, rivalutando scatti archiviati e ripercorrendo un po’ di quelle strade,
annusando la pioggia, contemplando arcobaleni e onde d’oceano in burrasca.
Con le note della Mannoia che sono tornate a risuonarmi in testa…
insomma…
vi va di fare un salto in Irlanda con me?
 

Qui siamo a DINGLE, nella Contea del Kerry
Dingle sta sulla penisola omonima (Corca Dhuibhne in Gaelico Irlandese) che si protrende sull’oceano Atlantico.
Su questa facciata è raffigurato, in maniera decisamente originale, il delfino FUNGIE.
FUNGIE ne è un po’ il simbolo dal 1984 data nella quale decise di unirsi ai pescherecci e seguirli durante le battute di pesca.
Adesso molte imbarcazioni si offrono di portare turisti a fare un giro nella speranza di avvistare Fungie e, pare, non pretendano compensi nel caso la "Star" non si faccia vedere!

La penisola di Dingle è un posto magico, ancora un po’ selvaggio dove il tempo sembra essersi fermato.

Se piove non si rinuncia al giro e quello che si riesce a vedere dagli affacci naturali è incantevole.

 

 


Inoltre è stato possibile fare la conoscenza di un frettoloso, ma affamato gabbiano che…vi presento:

 

Lo so, manca un pezzetto d’ala, ma il soggetto aveva fretta…il cracker l’ha preso in atterraggio ed è decollato subito dopo: quando si dice…"fast food"!

 

Che dire del mulino ottocentesco ancora funzionante "Blennerville Windmill", situato poco fuori Tralee?

E’ il più grande mulino a vento funzionante d’Irlanda.

 


Dietro, la porzione di uno spettacolare arcobaleno che si staglia su un cielo scuro di pioggia…e pioggia fu!

Questa "visione" ha suggerito un vecchio post di questo blog, del quale riporto poche righe:


 

In Irlanda, devi camminare con passo leggero, sui solai di legno.

Devi avere spirito leggero,

per accettare la pioggia incessante o improvvisa.

Devi avere cuore leggero,

perché ciò che vedrai

lo caricherà di emozioni.

E una mente leggera,

per ricordare i colori

dei mille arcobaleni.

 

Kali

 

Annunci