Di libri con volti, di fughe e ritorni…

 

whoisthat

 

Era un po’ che volevo parlare del "FACCIA-LIBRO", ma adesso  l’argomento è molto in voga, quindi volevo lascirlo un po’ sedimentare.

Passano secoli (quasi) nei quali non ci si cerca, non ci si vuole cercare, anzi, forse ci si vuole pure dimenticare.

Poi arriva il momento in cui, non si può proprio fare a meno di partecipare alla famosa cena di classe (di cui ho già raccontato QUI), si sopravvive ci si scambiano gli indirizzi mail, si torna a casa chiudendo la parentesi e:  “bon archiviata pure questa!”

Passa quasi un anno, in delizioso silenzio, poi…arriva la mail!

Tizia ti invita ad iscriverti!

Azz!

Avevo declinato altri inviti, ma Tizia, manda anche un’altra mail, meno formale, con la scansione di corrispondenza scambiata più di ****anni fa!

Carta da lettera decorata a mano con busta annessa, realizzata da una Kali liceale per la sua, all’epoca, amichetta del cuore nonché compagna di banco.

Azz Azz!

Considerando il soggetto, non avrei mai e poi mai immaginato che le avesse conservate!

Non nego la sorpresa e quel pizzico di emozione…

Mi iscrivo.

Si.

Vinco la riottosità, prendo tutte le precauzioni possibili per evitare di finire in pasto al meccanismo voyueristico del “chissà-che-fine-ha-fatto-tizio/a-e-com’è invecchiato/a” ed apro quest altra finestra virtuale.

Incontro anche “tizia” in un venerdì pomeriggio di diluvio in un bar in riva al lago, per fare due chiacchiere e mostrarci le “reliquie” di ****anni fa.

 

Che strano…

Perché ci si cerca dopo tanto tempo?

E, questo tempo, ha veramente cambiato le persone?

Ha limato i caratteri?

Ha addolcito quelle piccole note d’amaro che, nel ricordo, sono sopravvissute fino ad oggi?

 

Se non riesco a pensare, come altri miei compagni, che gli anni del liceo sono stati i più belli della mia vita, (e non lo sono stati), sono forse anormale?

Nella mia vita ci sono state (e spero ci saranno) cose che mi hanno dato molta più gioia e gratificazione, quindi, non è perché sono passati ****anni che rivaluto tutto “tout court”!

 

piperita_patty

 

Ma la maturità, che spero di aver accumulato, mi fa dare la giusta dimensione alle cose, godere di quanto di bello c’è e… se deve essere “momento nostalgia”: che sia!

Ma…coi piedi per terra!

Perché le persone cambiano, è vero, ma sono sempre l’evoluzione dell’embrione iniziale! Animoticon


 

P.S.

Nella lista di amici di quel “libro di facce", ne ho alcuni che ho incontrato qui e poi, conosciuto di persona! Insomma, si cambia salotto, ma non compagnia! Animoticon

 

BUON FINE SETTIMANA A TUTTI

Kali

 

 

Vignette prese dalla rete

 

 

7 thoughts on “Di libri con volti, di fughe e ritorni…

  1. Io quando ho incontrato negli anni i miei compagni di liceo, per le solite cene periodiche, ho sempre avuto l’impressione di trovarmi nel famoso film di Verdone.
     
    La realtà è che 25 ragazzi e ragazze erano stati messi insieme in una classe, con criterio di totale casualità (il sorteggio della scuola). In comune non avevano nulla o quasi ed appena finita la scuola ognuno è andato per la sua strada. Ricordo che nel 1991, nel desiderio di rimetterli un po’ insieme, cominciai a raccogliere gli indirizzi ed i telefoni di tutti e ad inviare periodicamente l’elenco aggirnato a tutti, all’epoca via posta.
     
    Poi mi sono accorto che ero il solo a cui questa iniziative interessasse ed ho smesso.
     
    Gli amici bisogna sceglierseli e se questa scelta manca, cinque anni passati nella stessa stanza possono anche, per assurdo, non aver alcun significato. Almeno per me è stato così. Fuori della scuola, invece, mille esperienze vive e tanti rapporti rimasti indistruttibili.

  2. è già un po’ che frequento fb, con sentimenti contrastanti e contrastati…
     
    in buona sostanza lo trovo un’inutile perdita di tempo, anche se lo frequento…
    fra i miei amici ho compagni del liceo, dell’università, persone conosciute sul lavoro e in varie altre occasioni…
     
    è vero anche che con fb ho ritrovato persone del mio passato remotissimo e ne sono davvero felice…. persone che conoscevo all’età di 13 anni, che ora sono cresciute, hanno figli..
     
    ma in me rimane sempre il sospetto che questo frequentarsi sulla rete allenti i legami.
    è vero che si conoscono bellissime persone, ma in qualche modo si corre fortissimo il rischio di diventare superficiali e di bearsi magari dei propri oltre 100 amici…
    ma quanti di quegli amici farebbero qualcosa per te.
    davevro intendo…
     
    boh…
     
    comunque è divertente….
     

  3. Conobbi quattro delle mie attuali amiche nei miei tre giorni di scuola materna..(poi fui espulsa insieme alla mia piccola banda…dovevo vedere cosa c’era sotto la strana cuffia delle suore, mi avevano detto che non avevano la scatola cranica…)
    Con loro ho frequentato le elementari, poi le medie, le superiori e  con una anche un anno di università…
    Abbiamo condiviso le crisi, le gioie…sono stata la loro testimone di nozze …abbiamo battezzato e cresimato i bimbi tra di noi…sono l’estensione della famiglia.
    Il resto è—contorno
    Ciao Clara
    Grazie
     

  4. meglio tardi che mai!!
    ma eccomi qui, finalmente son arrivata anch’io!!
    venendo al tuo post: mi sono iscritta a facebook sempre grazie all’amica miagolosa che mi ha iniziata al mondo di wls …
    ma non riesco a farmi "prendere" …
    ho cercato qualche compagna o compagno di classe (dalle elementari alle superiori) ed ho persino inserito il nome di un paio di "ex" fidanzatini spinta dalla curiosità di vedere come sono diventati … ma niente … ne avessi beccato uno!!!
    gli amici ci accompagnano per un tratto di strada della Vita … quanto lungo e quanto importante … è tutto da verificare …
    le ex compagne di classe con le quali c’era un legame, sono le stesse che sento e/o frequento anche ora … delle altre, a dire il vero, non mi interessava e non mi interessa un granchè!!
    gli amici si scelgono … i "compagni di classe", come i "colleghi" o i "vicini di casa" … si incontrano … e se poi nasce un feeling più o meno profondo … cambiano nome e diventano "amici"!! 😉
     
     

  5. No,Kali,non sei assolutamente anormale:i miei anni di licei sono stati brutti,anzi bruttissimi…e infatti da che sono su facebook di vecchi compagni non ne ho visto nemmeno l’ombra….altro che voglia di rivedersi…io sono rimasta in contatto con le persone con cui volevo rimanere in contatto…anche se ammetto che mi piacerebbe solo sapere che fine hanno fattoper una mia teoria personale che qui sarebbe lungo spiegare…da quelle parti ci sono anch’io,magari uno di questi giorni mi inviti nel tuo nuovo salotto…;)Baci,F.

  6. Boh… queste cose mi lasciano perplesso… Le cene con gli amici del liceo, che non si vedono per vent’anni, mi sembrano una cosa buona come spunto per dell’ottimo cinema, ma un po’ lontane della realtà… Quello che ha senso sono i rapporti individuali, che si coltivano, finiscono, rinascono a prescindere dagli incontri istituzionali.
    E in quanto a FB, io (pur avendo provato a inserire un profilo) me ne tengo lontano per non rimanere intrappolato…

  7. so benissimo qual’è il tuo nome…un lapsus…chiedo scusa :-s (K)
    è ….che siete così…"vicine" 😀
    un bacio…..Perugina!!

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...