Una pietra sopra…

 

 

  Una pietra sopra...

Poet’s Corner.
Westminster Abbey
London
U.K.

In memoria di Lewis Carroll
"Is all our Life, then, but a dream?"
Nasce da qui il tormentone Marzulliano?

 


Oggi così, tra il macabro ed il realista,
t
ra il disilluso ed il consapevole,
tra un "tanto lo sapevo, ma è spiacevole lo stesso"
ed un "machisseneimporta".

PANTA REI

tutto scorre, tutto si trasforma, tutto si consuma, tutto cambia,
così, tanto per non annoiarsi mai.
Tranquilli, l’Orso non c’entra!

Col Plantigrado è tutto O.K.

Mood d’autunno, sarà che arriva novembre, sarà che i bilanci sono sempre in agguato,
sarà che le persone…
sono come i gatti…
e non i gatti come le persone.
Miao, miao, ron ron,
poi si stufano e vanno via.

VABBE’!, FA NIENTE!

 

Buona giornata a tutti.
Kali

 

Annunci

14 thoughts on “Una pietra sopra…

  1. Ciao Kali!
    si lo so, fa male, ma spesso dopo un po’ ci si rende conto che è meglio così…e che così si libera un posticino in più per chi potremo incontrare…qualcuno che magari non ha intenzione di sparire!!!
    Un abbraccio forte forte…
    e.

  2. ron ron….ron ron…
     
    o restano a dormire su un comodo cuscino…e sembra che non ci siano, invece stanno lì…sornione…
     
    =^..^=

  3. e finchè se ne vanno via dopo un miao miao ed un ron ron … va ancora bene … triste è quando se ne vanno … dopo essersi fatti le unghie sul nostro cuore!!! 😉
    ciao-miaoooooooooooooooo!! 🙂
     
     
     

  4. in realtà, è chi va via che perde….sempre.
    Perde in credibilità, perde in …anima.
    Beh è un discorso lungo, ma o si tratta di grettezza d’animo o di  poco coraggio, perchè  essere  e non solo apparire è molto difficile.
    Ciao

  5. io mi sono rassegnata al fatto che l’amicizia,così come l’amore,è fattadi equilibri irregolari,di contrappesi che a volte non fanno il loro doveree rendono tutto più instabile.Bisogna avere tanta lungimiranza,credo….e tanta voglia di non perderealmeno le cose buone che ci sono state,perchè a voltesemplicemente si hanno bisogni diversi e si non trova la chiave percondividerli.Bisogna imparare a lasciarle andare…Alle volte,poi, è meglio che sia così…L’importante è non permettere a certe situazioni di peggiorare il nostro modo di essere e il nostro modo di fare.Forza!!PS:in realtà i gatti alla fine tornano…non ne possono fare a meno…

  6. a furia di leggere di gatti…va a finire che vado a trovarmene un altro 😀
     
    in amicizia sono una che lascia molto spazio e spesso per questo non vengo capita
    la scorsa estate ho messo fine a un amicizia che sapeva prendere solo e nulla dare…
    in questi giorni con questa persona abbiamo avuto problemi identici …io le ho mandato un sms in cui le  facevo sentire che le ero vicina
    mi chiederai perchè non le ho telefonato…..perchè sapevo che non avrebbe risposto …esattamente come ha fatto con l’sms..
    ha fatto prevalere l’orgolgio…dimostrandosi,ancora una volta,  ignorante
    amen
    un miiiiiacio

  7. @ Fla
    Io, invece, mi sono rassegnata (ormai da ANNI!) al fatto che, semplicemente,
    l’amicizia non esiste…
    Vivo quello che c’è, quando c’è e se c’è un allontanamento,
    dopo aver fatto il possibile,
    prendo atto e
    "ci metto una pietra sopra".
     
    I gatti tornano solo se non trovano di meglio,
    altrimenti:  Bye Bye!
     
     

  8. Mood d’autunno, le foglie cadenti e l’imminente inizio di novembre richiamano spleen e pensieri neri….
    L’Amicizia è una grande occasione di conoscere gli altri e se stessi. E come accade per altre cose della vita, alcuni camminano con noi per tutto il percorso, altri ci stanno vicini solo per un tratto. Ho imparato che si può avere molto in entrambi i casi, basta non pretendere nulla ed essere disponibili allo scambio. Sono così una donna ricca di affetti, con una "vecchia amica di infanzia " che conosco da più 35 anni – e dobbiamo dirlo sottovoce, sennò ci prendono per troppo vecchie…hehe…con le amiche del liceo e le "nuove" di 20 anni e più, dal mio trasferimento a Roma, e le amiche nuove e quelle, nuovissime, di blog.
    Come in un treno, chi scende e chi sale, l’essenziale è essere insieme. Intensamente, col cuore, anche se per pochi mesi.
    Un baciotto gattoso, come il mio micino nuovo bianco e nero che per dimostrare l’affetto si arrampica fino a lasciare piccoli baci sul viso, e zampatine.

  9. @ Harielle
    Eh si…la penso esattamente come te.
    Però, ad ogni  "discesa dal treno" , non si può non fare caso al posto rimasto vuoto…
    Auguri per il tenerissimo micetto!

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...