Una settimana fa….

 

Diversità...
 
Una settimana fa.
Alzarsi ed aprire la finestra sull’inverno.
Un dono della notte
che traveste il paesaggio.
ammantandolo, ancora, di bianco,
lassù,
dove il cielo è più vicino.
 
Kalispera
 

 
 
Due anni fa (il 14 marzo 2006), iniziava il mio viaggio virtuale nella rete.
Aprivo il blog, inconsapevole, inesperta, ignara…
Un viaggio, forse, per colmare il vuoto di quello appena sfumato,
verso la mia montagna,
il mio bianco.
Niente vette per me, in quel 2006 e neppure nel 2007.
Quest’anno sono tornata.
Sfidando le intemperie della vita e quelle metereologiche.
Misurandomi con l’altitudine che confonde la testa,
col respiro che si fa difficile,
con la fatica che dà gioia,
con la neve che scende lieve
o che ti taglia il viso e non ti fa respirare
se ad alzarla da terra è il vento.
Ho sfidato folate gelide e cattive,
sotto un cielo azzurro e immenso,
sono caduta ed ho avuto paura,
ma mi sono rialzata e sono arrivata a valle.
Non ho distinto il cielo dalla terra,
immersa in nuvole basse che tolgono l’orientamento e danno la vertigine.
Ho respirato l’odore inebriante del vin brulè dei rifugi,
quello sapido ed appetitoso della polenta con le salsicce,
che ho mangiato senza rimorsi,
perché faceva freddo.
Ho gustato la cioccolata con la panna, di cui parlo spesso come momento conviviale,
ma che non mi concedo mai.
Ho sentito la neve fresca scricchiolare sotto gli sci
che "frusciano" se la pendenza si fa più ardita.
Ho sentito le lamine mordere il ghiaccio
nei pendii più esposti, dove il vento aveva spazzato la neve.
Ho disegnato serpentine su distese immacolate
e gioito del sole a quasi 4000 metri,
guardando le Alpi, dalla sommità del piccolo Cervino.
Ho respirato il freddo
e guardato tutto quel bianco risplendere infinito.
Ho percepito l’odore del legno delle baite,
e quello degli intagli degli oggetti tradizionali.
Ho ascoltato il silenzio rotto solo dal respiro
durante le soste per guardare lontano.
Ho scambiato sorrisi senza parole,
per un gesto gentile tra persone di lingue diverse.
Ho cercato di catturare angoli d’immenso
tra curve di neve e spigoli di rocce,
per scoprire che quello che dagli occhi passa nel cuore,
non si può racchiudere in una fotografia.

 
Ho pensato alle parole per descrivere quello che stavo vivendo,
ma non riuscivo a trovarne,
perchè per descrivere bisogna ricordare
e mentre si vive
è meglio non pensare.

Ben trovati.
Kalispera


Annunci

14 thoughts on “Una settimana fa….

  1. Secondo me per provare brividi e vertigini non c’è bisogno di andare così in alto.
    In ogni caso, non sono di certo brutte esperienze quelle di cui parli.
    Ci dimentichiamo troppo spesso di quanto sia bella la natura.
    Troppo presi dal tran tran quotidiano.

  2. @Tribuno
     
    "Secondo me per provare brividi e vertigini non c’è bisogno di andare così in alto(…)".
    Che faccio? Mi sento in colpa per aver provato delle emozioni in un posto così speciale?
    Non mi pare di aver detto che solo li ci si possa sentir bene!
    Non ho nemmeno detto sia stata una brutta esperienza: ANZI!
    Riesco ad emozionarmi anche al livello del mare e allora?
     
    Forse, prima di scrivere delle frasi ad effetto (per te, ovviamente) ci ragionerei un po’ su.
     

  3. credo di capire le emozioni che provi perchè a me fa lo stesso effetto la vista del mare, come dici tu: dagli occhi passa al cuore!
    con la neve invece ho qualche problemuccio … tutta quella distesa bianca mi toglie il respiro (chissà magari in una vita passata sono stata travolta da una slavina!!) … ed è un vero peccato perchè "sento" dal tuo racconto che dev’essere qualcosa di veramente speciale … ma è più forte di me … :-S
    PS: polenta con le salsicce e cioccolata con panna … slurp … mi fai venire l’acquolina in bocca!!!! 🙂
    PPSS: Buona Pasqua anche a te … qualora non ci sentissimo di nuovo 😉

  4. ciao kali… le tue parole sono vive….sono passata di qui per ringraziarti del commento, bè il post precedente va…. ma è ancora presto insomma dicembre anche se sembra essere molto vicino è ancora molto lontano…. ma non vedo cmq l’ora e nel frattempo sto mangiando un mucchio di gelato 😀 pensa che sabato mi sono fatta un cono da 2.90 con 4 palline di gelato…..
    Un bacione tesorina, sono contenta che passi a trovarmi!!!!

  5.  
    ‘Kalispera’ non è forse in greco il saluto ‘buonasera’?
    Scusa il commento ma la mia curiosità non ha limiti…
     
    Un saluto
     
    Pier Paolo

  6. Non so sciare, non so arrampicarmi, soffro di vertigini, ma la montagna mi piace in maniera incredibile, mi prende l’anima. Beata te che ti sei concessa questa pausa!
     
    Auguri per il blog. Spero di seguirlo nei prossimi anni!

  7. Sono contenta che sei riuscita a riviverti…o rivivere nuovamente la tua montagna…un pò ti invidio:io non so sciare e in montagna non ho avuto molte occasioni di andarci…raccontata da te,sembra una possibilità concreta di potersi abbandonare al bianco e all’immensità….in compenso io ho fatto manbassa di cioccolata……mi sono divertita tanto anch’io!Baci e a presto,F.

  8. Ciao Kali, tanti auguri per il secondo anniversario di blog :)Io e la neve non andiamo proprio d’accordo…Non è colpa mia.

  9. Già siamo al secondo anniversario? Mi sembra ieri che ci siamo conosciute tramite il blog…da sempre scrivevi cose emozionanti…e particolari…
    Quanto alla neve, mi unisco a quanto dice Nando…anche io non la amo…sarà che sono nata a 200 metri dal mare…:)

  10. Sono andata a ritroso nei post per cercare di capire quando abbiamo fatto conoscenza…ricordavo che era successo quasi agli inizi
    due anni in cui ci hai sorpeso ed emozionato con ciò che hai scritto o fotografato…per come la penso io, spero duri ancora a lungo …mi piace troppo entrare qui e "trovarti"
    auguri a te e al tuo blog : buon anniversario
     
    Bene bene bene vedo che te ne sei andata in montagna senza di noi eh?!?!
    allora…provato l’ebrezza dello snowboard?
    io è dal 2004 che non riesco ad andare in montagna ..ma non credo che quando finalmente riuscirò a tornarci,ritenterò l’esperienza..la malefica tavola non ne vuole sapere di andare nella direzione in cui vorrei io e ha la tendenza ad andare dove "dice" lei :@
    mi manca terribilmente tutto quello che hai descritto
    per adesso mi accontento di andarmene per qualche giorno nella terra che amo tanto …sperando il tempo sia bello 🙂
    Auguri di Buona Pasqua …e …guarda bene nell’uovo …che chissà….magari …finalmente trovi la sorpesa che da tanto tempo aspettavi…qualunque essa sia
    Un bacio Anna

  11. …per la serie "La montagna vista da Kali"!
     
    Auguri di buon compleanno al tuo space!
     
    Sono tornata anch’io dal mio viaggetto spensierato! 😉

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...