Foglie gialle e pensieri

 

 

Foglie gialle

 

Ma dove ve ne andate,

povere foglie gialle,

come tante farfalle spensierate?

Venite da lontano o da vicino?

Da un bosco o da un giardino?

E non sentite la malinconia

del vento stesso che vi porta via ?

 

( Una filastrocca di Trilussa )

 

 

Ogni volta che tornano a cadere le foglie, a me, torna in mente questa filastrocca.

Era la prima elementare…ancora la ricordo.

Forse perché è legata, indissolubilmente, all’immagine dei grandi platani sul lungolago (ve ne parlavo e li ho documentati, fotograficamente, lo scorso anno).
Cadevano le foglie e si andava a scuola.
Le foglie continuano a cadere,

anche quelle nel giardino dei miei.

Oggi ero a pranzo li e nell’attesa, ho iniziato a raccoglierle.

Con quel rastrello a ventaglio,

quel rumore inconfondibile, mentre si "pettina" il prato.
Ma si smuove anche la terra umida e se ne sente il profumo.
Un arcobaleno dai colori caldi, bellissimi.

Rosso fuoco le foglie del cachi, giallo acceso quelle del pero. Brune e legnose quelle del noce, dorate quelle dell’acero.

Consistenze diverse, come diverse le forme ed il profumo.

Poi ci sono quelle da levare con le mani dalle aiuole, tra le rose ed i ciclamini, quelli selvatici, piccoli, dal colore tenue.
Il freddo non si sente, perchè a dare calore c’è lo sforzo per fare i mucchi.
Papà stava potando il pero, quello che fa quei deliziosi frutti estivi. Non c’è giornata al mare, fin da quand’ero bambina, che non ne veda un sacchetto protagonista.
L’operazione potatura, gli altri anni, era completata e "revisionata"  durante le feste natalizie, dalla visita di Papà Orso,
vero esperto dell’arte,
ma quest’anno…
Passa il tempo, anche per i miei e…
(…)

Scusate, la chiudo qui.
L’idea del post era buona,
ma mentre raccoglievo quelle foglie,
ho tirato su anche un po’ di pensieri
e adesso…
è meglio vada a fare altro.

 P.S.
La foto è stata scattata a Kilkenny, perché di autunnali, ancora non ne ho fatte e quelle inedite dello scorso anno, non mi va di metterle perché mi ricordano un momento brutto.
Quindi meglio una foto autunnale, più recente…un autunno strano, perché era ancora agosto…
ma si sa, in Irlanda fa più freddo!

Buona domenica.
Kali

 

Annunci

8 thoughts on “Foglie gialle e pensieri

  1. ferma nel traffico guardavo ieri il forticare delle foglie nel forte vento che spazzava la città….guardavo le loro evoluzioni …i diversi colori …e i rami che velocemente si andavano spogliando ….preannunciando in questo modo l’inverno…
    una volta tentavo di occuparmi del mio giardino …inutilmente …sono negata sia in giardino che come pure in cucina
    oggi se ne occupa un giardiniere …quando si ricorda di venire :-S
    Non conosco la filastrocca con cui apri il post forse non mi è stata insegnata o forse è passato troppo tempo dai giorni delle scuole elementari ….si diventa grandi fin troppi in fretta…i figli crescono e i genitori imbiancano cantavano inuna canzone di cui vagamente mi ricordo…ma come non posso fare a meno di questa considerazione quando guardo mia madre
     
    Hai azzeccato la frase che io avrei sottolineato…ma riassumendola…non è simile a quella che avresti sottolineato tu ?
    "non ottenere ciò che si desidera" e i motivi sono gli stessi…
    Passa una buona domenica        
    Un bacio Anna

  2. dovrei rileggere i commenti prima di pubblicarli..così mi accorgerei degli errori…
    "Vorticare" non "Forticare"
    e poi ancora: " di cui vagamente mi ricordo…ma come te non posso fare a meno"
    pardon :-S

  3. Proprio stasera raccontavo ad un’amica ho sentito in maniera più tangibile la sensazione dell’autunno…ed è stato perchè un paio di giorni fa,costeggiando la Dora,dall’altra parte ho notato stupendi pioppi e platani,una vera e prorpia esplosione dei colori del tramonto,come quelli della fotografia,via via a schiarirsi.Erano illuminati dal sole delle 3 del pomeriggio,e intorno le foglie cadevano lentamente,come al rallentatore:qualcosa di indescrivibilmente autunnale.Avrei voluto tanto poter fare una foto e fermare il momentoperchè mi ha fatto sentire bene…e insieme,un filo malinconicaperchè ho pensato al mandorlo che c’è proprio davanti al balcone di casa mia.Mi piacciono gli alberi ed è confortante sapere che il mandorlo della mia infazia è sempre lì,e potrebbe essere lì anche dopo che me ne sarò andata definitivamente,come memoria indelebile.

  4. Madò, son bellissime le foglie arrossate in autunno!
    Quando vado all’università in autobus sto tutto il tempo a fissare quelle che si arrampicano sui muri di qualche vecchia masseria!
    Oddio, sto diventando romantica?!?!?!

  5. La campagna da noi non è così ricca di colori come da voi! Abbiamo altre bellezze naturali! Però è bella questa esplosione di colori e sensazioni…che leggo qui!
    Buona vita!

  6. Ricambio i saluti e ringrazio per la visita:
    Giulia
    Anna
    Flaviana
    FrancescaUmberto
    e Giulio, che ha lasciato  saluti in un altro post.Buon inizio settimana.
    Kali

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...