Sicilia, nipoti e divieti.

 

Salutata la terra dell’Orso…

La Sicilia è li

Oltre lo Stretto.

Quella nave dal nome scandinavo che inghiotte le auto,

la Madonnina del Porto,

la scia spumosa,

Sicilia e Calabria che sembrano toccarsi …

 

Interi pendii Peloritani anneriti da un fuoco inutile e spaventoso.

Giornate passate a fiutare l’aria come cani da trifola,

allerta al più piccolo "fil di fumo",

qualche scontro a colpi di fronde, in attesa dell’arrivo dei VV.F.

 

Sopravvissuta al caldo, al fuoco alle granite di caffè con panna e brioche calda (a quelle è meglio soccombere deliziosamente), ai coni gelato con panna "sopra & sotto" e gusto gianduia (che sa di gianduia) e bacio con, in mezzo, iceberg di cioccolato fondente e nocciole vere ed intere.

 

Sopravvissuta alle “bracioline” alla “Pasta incasata con le melanzane”, alla "focaccia alla Norma"Pizza, alla micia Mimì Gatto che mi adora e riesce sempre a trovare un varco per venirmi a svegliare con fusa e musetto peloso alle 4.30 del mattino (!!!).

 

Sopravvissuta alla tristezza della visita al cimitero, al poco lavoro al quale sono riuscita a contribuire, allo scherzo di Papà Orso (spirito, visione, fantasma, illusione? Mah!), che ha deciso di apparirmi alle spalle, non appena ho staccato l’occhio dalla macchina fotografica, mentre stavo immortalando le sue terrazze.

 

Sopravvissuta al ricordo di quella Sicilia che ho girato in passato, ma che adesso mi è sempre più difficile scoprire e conoscere.

 

Sopravvissuta al desiderio di tornare al teatro greco di Taormina per le manifestazioni di Taormina Arte…come molti anni fa.

 

Il mestiere di Zia è molto impegnativo, ma è proprio grazie ai nipoti, che ho potuto sopravvivere anche a cose decisamente piacevoli.

Le leccornie, per esempio, ma anche una gita a Taormina che, altrimenti, sarebbe stata impensabile, la visita alla fiera campionaria ed ai pochi bagni…

 

 

E. ha quasi 13 anni.

Primo nato del “parco nipotame” .

Adolescente pieno di vita e domande (se qualcuna la facesse ai genitori, invece che agli Zii…sarebbe meglio!!) ha una missione speciale ogni volta che mi vede: DISINTEGRARMI.

Non c’è verso di sfuggirgli.

Non mi molla un istante.

Una fatica improba!

Questa volta abbiamo deciso di coinvolgerlo in qualcosa che non avesse mai fatto, qualcosa da poter raccontare agli amici.

L’Abbiamo portato a Taormina, per una passeggiata frivolo-culturale-disimpegnata, salvo poi, “minacciarlo” con lo spettro della visita alla mostra su “Antonello da Messina” (tempi kalisperiani: minimo 2 ore).

Ovviamente avremmo calibrato la visita alle sue esigenze, ma era quasi ora di tornare, così, per sua gioia (ma non la mia) abbiamo dovuto procrastinare l’aspetto “artistico” della passeggiata.

Impossibile perderlo di vista anche solo per un attimo!

A braccetto tutto il tempo, per paura che IO MI PERDESSI!

“ZIO TRANQUILLO: ALLA ZIA PENSO IO! NON TE LA RUBA NESSUNO” (Roba da matti!)

Il momento più esilarante è stato davanti ad un negozio di oggettistica artistica che, io e l’Orso, evitiamo come la peste da quando ha aperto.

Motivo?

La sfilza di “divertenti” (per loro) pittogrammi con i quali i proprietari elencano i DIVIETI che i possibili clienti devono rispettare: una macchinetta fotografica sbarrata, li invita a non fare foto, un gelato, un panino ed una lattina sbarrati, a non entrare leccando coni, mangiando e bevendo. Poi una sigaretta sbarrata,  cani e gatti con la “X” rossa, una carrozzina sbarrata, due palline di natale in frantumi per un colpo di martello, sbarrate anche loro (…chissà quale potrebbe esserne il significato…)  ed in fine l’immagine che vi allego!

 

 

Quest’ultima fa parte  della sfilza di pittogrammi, ma è anche riprodotta in grande: a scanso di equivoci!

A quel punto, viene naturale cercare, fuori dall’ingresso al negozio, il gancio…per legare il nipote!

“DAI E. NOI ENTRIAMO: TI LEGHIAMO QUI SOLO PER POCHI MINUTI! FAI LA CUCCIA E NON ABBAIARE!”

E giù a ridere ed a fare foto al negozio….rigorosamente senza entrare!

 

 

Un altro giorno:

FIERA CAMPIONARIA di MESSINA!

Non è certo delle più grandi e fornite, ma E. non c’era mai stato ed è dovuta apparirgli come una sorta di parco delle meraviglie!

“ZIA COS’È QUELLO? E L’ALTRO?”

E giù a spiegare che cos’è un taglia-uovo-sodo, un apri barattoli, un trita-non-so-che, una scopa-miracolosa-raccogli-sozzure, che aveva visto in tv, ma dopo averla provata ha deciso che non era un buon regalo per la mamma e che, anch’io, potevo farne a meno.

E le magliette con le scritte, hem..inequivocabili, le enormi tigri di peluches che però, sollevata la coda, non si capiva se erano felini maschi o femmine (!!!)

Dall’infila-ago, alla raspa metallica, dalla tosa siepi al turbo camino.

Per concludere la serata…

Mc Donald!

Lo so.

Non è salutare, soprattutto in terra Sicula, dove mangiare un pezzo di focaccia è sicuramente meglio, ma un adolescente che non è mai stato al fast food, come fa ad “ADOLESCERE”?

Il Papà medico, non l’aveva mai voluto portare …

HE! HE!

Era missione da….ZII!

L’ APOTEOSI!

Se per tutta la serata era sembrato il quasi-tredicenne più felice del pianeta…

A quel punto…mancava solo che schizzasse in orbita!

E poi…c’era la ragazzina (decisamente carina) del tavolo accanto, che non gli staccava gli occhi di dosso!!

Io ho ricavato dall’esperienza il solito bruciore di stomaco ed una stanchezza pazzesca,

ma l’entusiasmo con il quale E. ha raccontato tutto, nei minimi dettagli, a genitori e fratelli piccolissimi, (racconto che credo ripeterà anche ad amici-cugini-parenti-gatti e ….sassi), mi ha fatto pensare che, per star bene, a volte, basta anche riuscire a godere delle gioie altrui.


 

P.S.

A Natale ha detto che verrà a trovarmi:

nessuno di voi ha un lavoro in Siberia da propormi per quel periodo?

Va bene anche il Tibet, l’Alaska, il deserto o le falde del Kilimangiaro (senza Licia Colò per favore!).

GRAZIE!

Ci conto!

 

KALI

 

11 thoughts on “Sicilia, nipoti e divieti.

  1. Confessalo……è stato proprio un bel test di sopravvivenza essere riusciti a resistere a tutte queste cose piacevoli…….appena forse un pochino stressanti…….ma belle. Molto divertente la cronaca della giornata con il nipote. Si replica a Natale??? Ahahahahah…coraggio…..resisterai anche a questa prova; in fondo il ragazzino ti è molto affezionato e dev’essere molto simpatico……Un abbraccio, ciao ciao

  2. Mmm… Lo dovrei mettere anche io quel divieto 0-14 quando faccio le visite guidate… eviterei i ragazzini saputoni e quelli smanaccioni (cos’è quello? …e questo? Ma si rompe? Crock. …e quello li?).

  3. Come mi fa imbestialire quel vandalismo ed irrispetto contro i regali e i giocattoli…
    Grazie per le buone vacanze 🙂 Spero di avere qualche occasione di connessione giù, a costo di andare in un internet point…
    A presto 🙂
     
    Nando 

  4.  
    come ti capisco…ti elenco i nipoti: Davide (figlio di mia sorella), oggi universitario 21 enne, ombra appiccicata ai pantaloni di zia sua (io) fino alle medie;
    Daniele, (fratello di Davide) 16 anni in febbraio scorso, più simile all’attak che ad un nipote normale…
    Max, conosciuto come il persecutore, mio figlio,  14 anni il 18 agosto (acci, vuoi vedere che vuole festeggiare il compleanno quest’anno?)
    poi ci sono i pulcini, Gino  otto anni ed Eleonora di tre…entrambi promettono molto male…molto simili a zanzare predatrici.
    Fab
     

  5. PER FAB: 
    Anche E. ha un fratello di 4 anni ed una sorella di 6: seminarli è un’impresa alla James Bond!
    Per E. confido nella crescita!
    Sono sicura che appena conquisterà la prima ragazzina…mollerà la presa..
    ormai..è questione di poco!
    Lo sento!!
    HE! HE!
    ma gli altri due?
    MAMMAMIAAAAAAAAA!
    P.S.
    Auguri per tuo figlio!

  6. Goditi il nipotame…
    in men che non si dica ti troverai davanti degli adulti
    e se sarà ugualmente piacevole la loro compagnia
    sarà comunque tutt’altra cosa.
    Io aspetto con impazienza i bis-nipoti! :-))
     
    Un abbraccio…
     
    Paola 

  7.  Ma senti agli arancini sei sopravvissuta pure?
    Io questa settimana ho girato la sicilia in lungo ed in largo… senza nipoti però!!
    A taormina l’hai visto il balcone da cui esono le bolle di sapone? sono stata lì 10 minuti a guardare e tentare di fotografare :))
     
    ciao ciao
    Sere
     
    p.s. Ho cambiato blog, il link è quello sotto…
     

  8.  potrebbero farti la proposta più allettante di questo mondo … e sono sicura che,se E. verrà a trovarti per Natale…tu non riusciresti a prenderla minimamente in considerazione …perchè nulla a questo mondo…potrebbe farti rinunciare al piacere di stare con lui 🙂
    i nipoti …se non ci fossero dovrebbero inventarli 😀
     

  9. "io devo restare fuori"
     
    favoloso!!!! nè bambini, nè adolescenti, nè panini vedo….
    e se un adolescente armato di panino cercasse di forzare i blocchi???
     
    eheheheh
     
    🙂 

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...