Le persone che si parlano…

 

 
 
Quando le persone si parlano 
si guardano negli occhi o distolgono lo sguardo se sono in imbarazzo, oppure  se non stanno dicendo la verità.
 
Quando le persone si parlano
sono attratte dalla mimica, dai piccoli gesti, dal suono della voce.
Lo sguardo indugia sulla foggia dell’abito, sul colore degli abbinamenti, sull’accessorio.
 
Quando le persone si parlano
il cervello vive il conflitto di non perdere una parola e di inseguire i pensieri che nascono dall’osservare chi hanno davanti.
 
Quando le persone si parlano
forse, perdono la metà del senso del discorso
e non riusciranno a ricordare tutto.
 
Quando le persone si parlano
vorrebbero dire più di quel che dicono
e meno di quel che pensano,
perché
quando le persone parlano
sono vulnerabili.
 
Ma se le persone parlano senza vedersi
allora, è diverso.
 
Quando le persone si leggono,
si imparano
Si scelgono per intuito, all’inizio e seguendo un flusso,
un filo di discorso, un pensiero o un’affinità.
Si scoprono tra le righe
dietro le foto, i caratteri, i colori.
Si immaginano costruendo un’idea
e la plasmano come si trattasse del personaggio di un libro.
 
Quando le persone parlano scrivendosi
il linguaggio si fa più  immediato,
il pensiero sedimenta meno,
anche se è ancora possibile simulare.
 
E così,
in bilico tra quello che credono di aver scoperto, capito, imparato,
decidono che l’idea dell’altro, non può che essere come l’hanno costruita.
Manca solo una verifica, un confronto che decidono di fare.
 
Ora le persone che si parlano
possono anche perdere una parola del discorso, un frammento,
perché gli unici dettagli che mancano non sono più le parole, ma  le sfumature..
Tutto quello che l’invisibilità non filtra più,
l’essenza che traspira senza ostacoli.
 
Adesso è tutto più facile
perché
le persone che si parlano
hanno la sensazione di riprendere un discorso
e non di cominciarlo per la prima volta.
 
 
Anguillara S. 18 Febbraio 2007
 
Paola, Giulia, Antonio, Giuseppe, Clara


 
Ciao a tutte le persone che passano da qui, a tutte "le persone che si parlano" a tutti coloro che MI parlano….
KALISPERA
 

14 thoughts on “Le persone che si parlano…

  1. La Paola dell’elenco non può che ringraziare
    per l’ospitalità
    per il bellissimo we
    ed infine per questo post
    che non avrebbe potuto descrivere meglio
    le nostre emozioni.
     
    Grazie!
     
    Paola

  2. ohhhh !!! ancora una bella panchina su cui sedersi a chiacchierare…
    guardandosi negli occhi ….faticando per non perdere neppure una parola…perchè mantenere la concentrazione seguendo il filo dei pensieri che nascono dal discorso che si sta facendo….proprio tutto così..così come descrivi…. come pure la descrizione delle persone che si parlano scrivendo….
    deve essere stato bellissimo 🙂
     
    Anche quando c’era carosello la pubblicità era ingannevole…ed è quello su cui io medito…ci mostrano campionari che non esistono…facendoci sentire, il più delle volte,con esempi simili…inadeguati….
    dovrebbe esserci una commissione per questo…un pò come per la censura: messaggio non veritiero …cestinato!!
    Un bacio Anna
     
     
     
     
     

  3. Magnifiche parole. Come al solito la tua particolare sensibilità riesce sempre a cristallizzare dei momenti e delle sensazioni che abbiamo provato tutti.
    Come avrai notato, avevo omesso di parlare dell’altra sera per un non tipico (per me) senso della riservatezza. 🙂
    Ma adesso allora posso fare outing….
     
    Ragazzi… Kalispera, l’Orso e Paola sono fantastici!
     
    Antonio

  4. Stressman salutato, risposta GRUGNITO..
    da leggere come RICAMBIA, naturalmente.. oltre non si procede!
    a proposito di panchine.. o ti ricordi di quelle promesse o ti frego questa…
    prova a lamentarti poi.. se ti riesce!!!
    una leccata affettuosa sul naso dalla Pimpa
     
     

  5. Che bello quando le persone si parlano e si capiscono. Soprattutto quando si ritrova la stessa persona che si conosceva solo attraverso lo scritto. E’ un’emozione impagabile e nello stesso tempo strana perchè in teoria non si è mai vista eppure si conosce molto bene. Un abbraccio, ciao

  6. Che bello quando le persone si interconnettono. Sempre di più.
    E’ una bella cosa quando incontri le persone con le quali ti scrivi, ti trovi a tuo agio.
    E’ una gran bella cosa comunicare.
    Buona giornata 🙂

  7. So che in questi giorni sei presa…
    ti lascio un sorriso ed incrocio le zampe perchè tutto stia andando bene.
    Ti abbraccio… forte…
    Paola

  8. Bellissime queste parole..anche quella panchina…
    sicuramente se ne potrebbero anggiungere delle altre
    e i discorsi sarebbero comunque "interconnessi"…per dirla alla Nando…
    Sono tornata…
    almeno credo…
    ora vercherò di riprendere confidenza con il mio blog:S
    ciao bambolina.
    Kyz

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...