Ti vengo a cercare..

 

 

 Se non ti vedo,
ti vengo a cercare.
Non aspetto che mi lasci un messaggio,
ti vengo a cercare.
Se trovo il tuo blog in stallo
ti vengo a cercare.
Perché se non ho segni,
inizio a pensare
Allora
ti vengo a cercare.
Perché se te ne stai in silenzio
forse, hai l’anima dolente,
il cuore stanco
la mente a vuota.
Allora,
 ti vengo a cercare.
 
Ti lascio un messaggio, una parola.
Lo so che la cercherai,
perché,
anche per me è così.
 
Quando tutto è buio
e si rincorre la luce,
anche la fiamma debole di una candela
può molto.
Tante candele
fanno una luminaria
e fanno sorridere,
almeno per un attimo.
 
Ti lascio un messaggio,
proprio quando non ci sei.
Quando non c’è dialogo,
ma solo monologo.
 
Te lo lascio in un angolo,
vicino ai gerani,
così,
quando tornerai,
o quando ti affaccerai,
lo troverai li.
 
E non importa se sarà un po’ umido
perché  la notte l’avrà bagnato:
lascialo un attimo al sole
e si asciugherà.
 
Ripasserò
e lancerò lo sguardo oltre il giardino.
Se ti andrà,
io
sarò li.
 
 
Oggi il tema del post doveva essere un altro.
Poi ho guardato nelle statistiche,
ed è venuto così.
Un’amica comune ama le panchine,
la foto di oggi, l’ho fatta pensando a Lei.
Sapete quante persone ci possono stare su quelle panchine?
Se ci stringiamo, ci stiamo tutti
e guardiamo il Paese illuminato dal sole,
perchè fino al tramonto,
oggi,
sarà così.
 
Ciao a tutti.
Kalispera
>^.^<
 
Annunci

14 thoughts on “Ti vengo a cercare..

  1. L’amica che ama le panchine penso proprio di essere io… ed il tuo regalo è bellissimo!!!
    Mi piacerebbe davvero potermi sedere lì con te per due chiacchiere, per dirci a voce le tante cose che sino ad ora ci siamo limitate a scriverci…
    Poi magari ci potrà raggiungere qualche altro amico… Antonio & Giulia magari per primi visto che non abitano poi così lontano e via via qualcun altro… magari anche Nando con la sua piccina… credo che il clima dal vivo sarebbe lo stesso che anima i nostri blog, la curiosità rimarrebbe inalterata, il piacere di scoprirci, di comunicare… anche…
    Chissà magari davvero tutto questo potrà diventare un giorno vero…
     
    Ma nel frattempo… GRAZIE… per esserci ogni volta… anche quando magari mi nascondo sul fondo dell’armadio… da buon gatto!
     
    Paola

  2. Perché se te ne stai in silenzio
    forse, hai l’anima dolente,
    il cuore stanco
    la mente a vuota….
     
     
    credo che ci sia ancora molto….
    da visitare…
     
    in generale lo dico…
     
    per ora …buonanotte

  3. ma come? i ladri in casa? cavolo, questa è proprio brutta da digerire!
    Però ne godiamo noi, quindi va bene così..
    Squisiti gli spaghetti aglio olio e peperoncino!
    ciauzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzzz
    Giulia

  4. Fatemi sapere per l’appuntamento per incontrarci dalle parti della panchina 🙂
     
    Ho finalmente fastweb a casa, appena mi riprendo da questi giorni concitati di lavoro di copertura posso dedicarmi al mio lavoro vero, il blog 🙂
     
    Buona giornata, Nando 😉

  5. Dovrei diventare più stanziale,
    legarmi alla sedia,
    intrappolare i pensieri….
     
     
    seeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee
    e quando ci riesci ..dimmelo poi
    come hai fatto
     
    sorrido

  6. bello questo post kali!! bellissimo!!
    credo che come me ognuno dei presenti se lo senta dedicato personalmente… perchè sei così…è vero …trovo sempre un tuo saluto che testimonia il fatto che in quel momento anche se nn mi sono fatta sentire …tu hai pensato a me…e come con me fai anche con gli altri…
    e finalmente abbiamo la panchina dove poterci sedere e mentre riposiamo chiacchierare…e come giustamente dice Paola …se ci stringiamo ci stiamo tutti …ognuno a parlare…ognuno ad ascoltare …e se tutto va bene ..riusciamo anche a goderci uno splendido tramonto
    un bacio e un abbraccio Anna

  7. poche parole…giornata che scorre veloce…ma aspetto la quiete del sabato…per tornare di nuovo nei tuoi luoghi e godere di nuovo di questo autunno magico!…magari seduta su questa bellissima e poetica panchina…

  8. Ciao! Sono contenta che tu abbia trovato interessante l’argomento! Diciamo che a casa mia sentiamo tutti la necessità di rispettare la natura il più possibile – chi più chi meno ovviamente – e quindi mi piace leggere e informarmi di società eco-sostenibili, mi portano un bel messaggio di speranza che le cose possano cambiare in meglio, magari integrando vari aspetti l’uno con l’altro. Degli Indiani d’America indubbiamente anche a me piace il rapporto che hanno con la natura. Avevo letto da qualche parte anni fa la risposta di un capo Indiano al ‘Gran Capo di Washington’ riguardo alla compravendita della terra indiana e te la riporto qui, perchè mi sembra davvero indicativa, oltre ad avere una certa bellezza narrativa nell’insieme:
    ‘Così noi considereremo la Vostra offerta di comprare la nostra terra. Ma non sarà facile. Perché questa terra è sacra per noi. Questa acqua scintillante che scende nei ruscelli e nei fiumi non è solo acqua ma il sangue dei nostri antenati. Se vi vendiamo la terra dovrete ricordare che è sacra, e dovrete insegnare ai vostri figli che è sacra, e che ogni immagine spirituale riflessa nella chiara acqua dei laghi parla di avvenimenti e ricordi nella vita del mio popolo. Il mormorio dell’acqua è la voce del padre di mio padre. I fiumi sono nostri fratelli, spengono la nostra sete. I fiumi trasportano le nostre canoe e alimentano i nostri figli. Se vi vendiamo la nostra terra dovrete ricordarvi e insegnare ai vostri bambini che i fiumi sono nostri fratelli, e vostri, e che dovrete d’ora innanzi riservare ai fiumi tutte le gentilezze che riservereste a ogni fratello. Sappiamo che l’uomo bianco non comprende il nostro modo di pensare. Un pezzo di terra è per lui uguale a quello vicino perché egli è lo straniero che viene di notte e prende dalla terra tutto ciò di cui ha bisogno. La sua avidità divorerà la terra e lascerà dietro a sé solo il deserto. Io non lo so. I nostri modi di pensare sono diversi dai vostri. La vista delle vostre città fa male agli occhi dell’uomo rosso, forse perché l’uomo rosso è un selvaggio e non capisce. Non c’è luogo tranquillo nelle città dell’uomo bianco. Nessun luogo per ascoltare l’aprirsi delle foglie in primavera o il fruscio delle ali di un insetto. Ma può darsi che questo sia perché io sono un selvaggio e non capisco. Già il solo fracasso sembra un insulto alle orecchie. E come si può chiamare vita se non si riescono ad ascoltare il grido solitario del capriolo e le discussioni delle rane di notte attorno ad uno stagno? Io sono un uomo rosso e non capisco.’
    Si si vai a farti un giro sul lungolago di Bolsena. Ti consiglio la primavera però, quando i colori sono più vividi e puoi farti scaldare un po’ dai primi timidi raggi di sole (più che altro perchè in inverno tira un vento della Madonna!!!!!). Aspetterò le tue foto di certo molto belle, come questa che vedo qui, d’altro canto. Il fascino delle foglie autunnali e del lago non ha potuto sfuggire al tuo sapiente scatto fotografico! A presto e buon weekend!
    PS. Kali, la primavera arriva prima o poi, ci sono le stagione per tutti, non disperare! Vedrai!

  9. Ciao. Ti lascio un saluto e un ringraziamento per passare ogni tanto dal mio blog. Come vedi sono un po’ latitante dal mio e dagli atri blog amici, però prima o poi mi tornerà la voglia di scrivere un po’. Un bacione, buona serata

  10. Ciao patatina
    allora porto i cannoncini?
    se ci stringiamo ci stiamo tutti…
    ma sì porto anche qualche dolcetto al cioccolato e mandorle!
    sai come ti sale l umore!!
    bellissime queste parole…
    sei brava…
    ciao cicci

  11. Buon fine settimana!
     
    Se lo sciopero non fa il bastardo, riuscirò a porre il mio piede a Bologna anche questo we… Ho trovato i bus Milano-Bologna e viceversa 🙂 Gli orari sono assurdi, ma per la mia piccina questo ed altro 🙂
     
    Ciao ciao, Nando

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...