sogni dell’ultimo istante..

Per la mia estate avevo un sogno piccolo piccolo.
L’ho accarezzato nei mesi più caldi ed è arrivato Settembre.
Ormai non ci speravo più, ed invece si è realizzato.
Una partenza lampo ed una meta a meno di quattro ore di strada.
Col sole che faceva il suo giro passando alle spalle, anzichè di fronte,
su un mare opposto al mio nella rosa dei venti.
Dormire a due passi dall’acqua
per sentirne il canto e respirarne l’odore.
Alzarsi ed andare a passeggiare sulla sabbia ancora umida dalla notte,
nuotare, andare in canoa e passeggiare,
passeggiare ancora e ancora.
Borghi dove è ancora piena estate
e non come nelle città, dove nelle vetrine c’è già l’inverno da più di un mese.
Camminare, dopo cena, nelle vie ancora vive
e fare qualche gita il giorno dopo.
Un sogno semplice.
ma le mie cose semplici, sono destinate a complicarsi..sempre.
Ed allora arriva la febbre alta,
il tremore senza freddo che sembra voglia arrestare il cuore
e la paura che dura tre giorni.
Ma combatto per il mio sogno conquistato, perchè me lo voglio godere.
In pochi giorni cerco di vivere intensamente tutto.
Contro ogni energia negativa,
contro ogni maleficio.
Penso molto,
rifletto e ritorno,
spero,
migliore di prima.