Lucciole e pensieri..

Notte calda di grilli e pensieri.
Notte di occhi pesanti ed un po’ di malinconia.
Non si vedono le lucciole qui,
dovrei uscire e spostarmi un po’ verso la campagna.
Lontano il tempo dei gruppi rumorosi
che muovevano dal colle verso il lago, a piedi.
L’idea del gelato, la magia di quelle lucine che si muovevano nella notte:
ero felice.
I fuochi la notte della sagra,
boati nel cielo che facevano paura,
ma la meraviglia dei giochi di luce sull’acqua era irresistibile.
Ancora un pensiero al tempo dietro le spalle,
che si allunga rubando terreno
a quello davanti ai miei passi.
Ancora un po’ di umido agli occhi,
ancora un po’ di nebbia nel cuore.
 

Senza parole….

Scusate

mi devo ancora riprendere,

dall’ansia, dal cardiopalma, dalle patatine che ho divorato per la tensione,

dalla rabbia per quel gesto violento inaspettato e inutile,

dall’urlo liberatorio all’ultimo rigore,

dal frastuono che è scoppiato dopo,

dalla gioia immensa che finisce presto, ma lascia un piacevole benessene…

dalla bellezza della bandiera che sventola sul piccolo terrazzo..

Buona giornata a tutti…i nuovi campioni del mondo.

Ciao da Kaly