La visita al Palazzo del Quirinale

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                

A parte la coda di DUE ORE SOTTO IL SOLE CALIENTE, in compagnia delle mie colleghe, ma anche di un nugolo di NONNETTE FURBETTE pronte a sgattaiolare avanti non appena la fila si muoveva di qualche passo, ho finalmente potuto visitare alcune stanze del Quirinale.

Bellissima esperienza!

Gli ambienti visitabili hanno una spiccata connotazione tardo settecentesca e ottocentesca con tripudio di specchi, stucchi, ori e cornici.

Arazzi a profusione e lampadari di cristallo.
Se avete visto la Reggia di Caserta od il Palazzo Reale di Napoli potete avere un’idea.

Grandi cori di “OHHHH” nel Salone delle Feste ed in moltissimi altri ambienti, ma, secondo me, l’apoteosi si è raggiunta nella galleria Alessandro VII e più precisamente nella sua suddivisione chiamata “Sala di Augusto”.
Suddivisione realizzata con due “belle” (SIC!) tramezzature che hanno ricavato tre ambienti dal grandissimo spazio dove, i Papi prima ed i Re poi, solevano passeggiare ammirando il panorama.

Togliendo i parati e lo strato di intonaco superficiale, i restauratori hanno riportato in luce l’opera di Pietro da Cortona del 1600: roba da restare a bocca aperta!

Colonne in TROMPE-L’OEIL che sembrano uscire dalla parete come a formare un colonnato reale attraverso il quale si vede un realistico giardino colmo di elementi simbolici.

Inoltre, togliendo delle tamponature, hanno riportato alla luce le finestre sul lato lungo, che erano state chiuse: un trionfo di luce e colori!

Nel sito http://www.quirinale.it/Z_visita/flash/index.htm è possibile fare una visita virtuale del palazzo, ma li l’ambiente di cui vi sto parlando, appare ancora nella sua veste pre-restauro.

Potete fare la mia stessa visita, (probabilmente senza la fila che ho fatto io!) tutte le domeniche mattina, senza, però, la guida dello storico dell’arte e pagando un biglietto di € 5.

Inoltre, se si ha la fortuna di raggiungere la CAPPELLA PAOLINA per l’inizio del concerto domenicale (quello trasmesso alla radio) vi si può assistere.

Non so, inoltre, se presentando documentazione che attesti l’iscrizione all’università, si possa ottenere una riduzione sul prezzo del biglietto, ma per sicurezza, io la porterei.

Il 2 Giugno, a fronte delle solite file, si possono visitare i GIARDINI del palazzo e, se si capita al momento giusto, assistere all’annuale concerto che si tiene nel giardino stesso.

Se andrete a visitare il Palazzo, all’uscita, passate nell’ambiente dove c’è il Plastico e la spiegazione delle fasi storiche della realizzazione dell’opera.

In vendita ci sono anche alcune cartoline, riviste sui restauri ed il bellissimo catalogo pieno di foto (CHE NON POTETE ASSOLUTAMENTE FARE ALL’INTERNO)
Il catalogo, dicevo, è strepitoso, ma se siete studenti eternamente “in ristrettezze economiche” (come me) cominciate a mettere da parte gli spiccioli ed a rinunciare all’ultimo top alla moda (le ragazze) o all’ultimo paio di scarpe sportive (i ragazzi) perchè costa € 60!

Io mi sono SVENATA ed ho deciso di regalarmelo per il mio prox compleanno: secondo me vale più di un paio di Jeans firmati che ,tanto, non comprerei mai (e si vede, perché non mi rendo neanche conto che con €60 non si comprano un paio di Jeans firmati, o forse..si, le tasche e la zip forse ci vengono!!).

Insomma, vi ho descritto solo una piccola parte dell’esperienza.

Vi consiglio di documentarvi prima di andare, così da poter cogliere i dettagli e godervi la scoperta.

Io ci tornerò, per vederlo con calma e ci sono persone che hanno deciso di aggregarsi (“così ci fai da guida…”).
Se avete un amico/a che studia storia dell’arte o architettura o beni culturali..insomma una possibile “guida gratuita esperta” precettatela e….BUONA VISIONE!!
Baci a tutti ed
A PRESTO!!

Annunci

6 thoughts on “La visita al Palazzo del Quirinale

  1. sono andata a vedermi il link che mi hai lasciato oltre quello del paese del mio amico che è Noto…interessante leggerli…ma credo lo sia di più vedere di persona…solo che io non ho la pazienza di fare la fila (si lo so che mi perdo tante bellezze)…anche se adesso un modo c’è( anche se non per tutte le manifestazioni ) ossia prenotare telefonicamente prepagando..io l’ho fatto per vedere la mostra del Caravaggio …quando sono arrivata la coda per vedere la mostra riempiva piazza Duomo…ma c’era una cassa dove si ritiravano i biglietti prenotati e si entrava direttamente…e credo che la spesa per la guida o il walkman sia una spesa ben fatta x chi come me non conosce nulla….mi piace capire e notare i dettagli di quello che sto visitando …
    adesso vado a vedermi il link del Quirinale…e se deciderò di venire a Roma …ti sfrutterò come guida :-p  😀
    Un sorriso e buona giornata    Anna

  2. non sono riuscita a vedere il sito: devo scaricarmi java…domani magari ci riesco e lo faccio
    eheheheh…i parenti…si dice sempre "questa è l’ultima volta" e poi ci caschiamo ancora 😀
    sai..più ci penso…e più mi dico che non sarebbe male a settembre…farmi una passeggiata a roma dopo così tanto tempo…ummm…allettante
    adesso è meglio che tutte e due ce ne andiamo a dormire
    Buonanotte anche a te

  3. dalle tue parole è stato proprio emozionante…io al quirinale ci sono stata una volta sola quando avevo 8 anni in terza elementare…ed i ricordi si fermano lì nelle tante sale piene di lussosi luccichii e tappeti immensi( grandi praticamente quanto tutta casa mia…)…beh spero proprio di poterci andare con te a rivedere tutto questo!!! baci!

  4. Quale indirizzo?
    P.S.
    Per la foto dell’opera d’arte, rivolgiti agli addetti dell’UNICEF che hanno beneficiato della vendita: magari, loro hanno documentato le opere.
    Datti da fare!

E tu che ne pensi?

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...